Conferenzamianto2009's homepage

3° Gruppo di Lavoro “Eliminare l’amianto in 10 anni (dal 2004)”

Coordinatori: Roberto Carrara, (ingegnere, esperto di Medicina Democratica – Milano); Mario

Fugazza, (Ass. Ambiente Comune di Broni – AIEA Broni ), Elena Ferrarese (Comitato case

popolari di via Feltrinelli, 16 – Milano), Enrico Bullian (storico, AEA Monfalcone), Giorgio Zampetti (ingegnere, Legambiente- Roma) , Mariella Megna (Comitato contro la discarica di Cappella Cantone CR).

 

Iscritti: Tore Garau ( AIEA – Sez. Sardegna) , Mario Panunzio ( Federazione Intesa ); Giampaolo Lilliu ( CGIL - Oristano ), Diego Dotto ( AEA Monfalcone ), Angela Liuzzo – Concetto Liuzzo ( Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio ), Chiara Aglioro (Associazione Metarte), Sonia Cantoni ( Direttore ARPA Toscana ), Roberto Panetta;

 

E’ stata la proposta della Prima Conferenza Nazionale celebrata a Monfalcone nell’ottobre del 2004. Si vorrebbe arrivare ad avere l’Italia libera da amianto a partire dal 2015. Solo la regione Lombardia ha inserito questo progetto nel suo Piano Regionale Amianto (PRAL). Perché sia un obiettivo possibile occorre conoscere dove è l’amianto (mappatura), pianificare le bonifica, eseguire le bonifiche in sicurezza (rischio zero), smaltire l’amianto in modo privo di rischi. In verità non vi è altra prevenzione che quella di non essere più esposti all’amianto. La realizzazione di questi obiettivi è anche legata ai finanziamenti (aiuti per le bonifiche dei piccoli quantitativi, aiuti per le bonifiche nei comuni, - necessità e possibilità di rivalsa nei confronti di chi ha per profitto impiegato l’amianto). Il problema maggiore da risolvere è quello dello smaltimento. Il quantitativo di amianto da smaltire è immane. Se non è poca cosa la prima parte del ciclo di eliminazione (conoscenza, rimozione), diviene pesante trovare un posto dove sistemarlo che non sia di danno a chi vi è vicino. Si tratta delle discariche. Oggi sono stati anche proposti metodi di smaltimento alternativo, in altri termini mettere l’amianto in un forno ad alta temperatura modificandone la molecola, quindi rendendolo inerte, non più nocivo. Il gruppo di lavoro dovrà arrivare a dare un giudizio e a stabilire delle indicazioni.

 

Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!